IL DIRITTO DI CONTARE

Ieri, sotto “accalorato consiglio” di mio figlio Giancarlo, ho guardato con lui il film “IL DIRITTO DI CONTARE” di Theodore Melfi. Film che aveva visto a scuola nelle ore dedicate all’educazione civica.

Ne sono rimasta profondamente colpita ed entusiasta perché, in modo delicato e solo con apparente leggerezza, questo film tocca tematiche di grande importanza e rilevanza sia educativa che sociale.

Senza raccontare la storia (consiglio a tutti di vederlo) voglio porre l’attenzione sul tema cardine del film ovvero sulla valorizzazione delle differenze. Differenze di genere e di etnia in un periodo storico difficile dove i diritti umani dovevano ancora essere rispettati.

Ma altresì viene toccato, in modo implicito, il tema dell’alto potenziale cognitivo.

Sono davvero grata alla scuola Istituto Farlottine – Medie San Tommaso e ai professori di insegnare ai ragazzi a valorizzare le differenze, qualsiasi esse siano. E’ una tematica davvero importante e troppo spesso sottovalutata.🙏https://www.facebook.com/farlottineSanTommaso/

Sponsored Post Learn from the experts: Create a successful blog with our brand new courseThe WordPress.com Blog

WordPress.com is excited to announce our newest offering: a course just for beginning bloggers where you’ll learn everything you need to know about blogging from the most trusted experts in the industry. We have helped millions of blogs get up and running, we know what works, and we want you to to know everything we know. This course provides all the fundamental skills and inspiration you need to get your blog started, an interactive community forum, and content updated annually.

L’ AFFASCINANTE EFFETTO PIGMALIONE

“…Sinceramente colonnello, a parte le cose che chiunque può far proprie, il modo di vestire, il linguaggio corretto e via dicendo, la differenza tra una gentildonna e una fioraia non consiste nel modo in cui si comporta, ma nel modo in cui è trattata. Per il professor Higgins sarò sempre una fioraia, perché come una fioraia sempre mi ha trattata e sempre mi tratterà, mentre so che per voi posso essere una gentildonna perché come una gentildonna mi avete sempre trattata e sempre così mi tratterete…”

Pygmalion – G. B. Shaw

Quante volte ci siamo sentiti come degli stracci, da gettare? Quante volte la nostra autostima è stata scarsissima se non nulla?

Ma siamo davvero sicuri che il problema della bassa autostima dipenda inevitabilmente da noi e non da come ci siamo sentiti trattati in una relazione? Sia essa affettiva, lavorativa, educativa o genitoriale?

L’effetto Pigmalione, questa particolare caratteristica insita nella comunicazione, può aiutarci a rispondere a queste ed altre domande sul complicato mondo delle relazioni interpersonali. E spero che presto potremo tornare a parlarne nelle conferenze in presenza…

Ringrazio di cuore l’artista Andrea Poggipollini per l’immagine della sua opera scultorea “CAP di Michelangelo”. 🙏 http://www.andreapoggipollini.comhttp://www.appartstore.com

IL REGNO DI OZ

Ovunque giro lo sguardo,

anche ad occhi chiusi, c’è qualcosa.

L’immaginazione plasma, l’istinto alimenta, la ragione sciupa.

Ovunque giro lo sguardo.

anche ad occhi chiusi, non c’è nulla.

L’ignoranza non vede, la superbia annulla, l’egoismo distrugge.

Ovunque giro lo sguardo,

anche ad occhi chiusi, il mio cuore pulsa.

Il sorriso convince, l’umiltà aiuta, l’amore illumina.

Ovunque giro lo sguardo,

anche ad occhi chiusi, vedo.

APP

Cit. “Ovunque” – Andrea Poggipollini

LADY LIBERTY

Sono cresciuta in una famiglia liberale, con ideali di democrazia, dove le differenze erano considerate arricchimento e dove i più deboli visti come fratelli da aiutare, tenendoci per mano, uniti.

Quello che sta accadendo in America nega tutto ciò in cui ho sempre creduto.

L’altro da noi è ormai considerato un nemico da sottomettere con la forza e con l’inganno…

Il diverso è un pericolo da omologare e i più deboli vengono lasciati alla deriva.

Spero che ciò che sta accadendo in questo “mondo malato” faccia risvegliare le coscienze di tutti noi, che i sentimenti di odio e divisione lascino spazio all’unione e alla valorizzazione dell’altro.

Un mondo più grato e più umano… ma solo uniti possiamo fare la differenza.

SANTO NATALE 2020

Nell’epoca del “distanziamento” e della paura voglio augurare un Santo Natale di speranza e di “unione” attraverso le parole di due artisti, due fantastiche persone che parlano all’Anima…

“Me too… anch’io ci sono… per aiutarti ad essere… ricomponiamoci… per essere unici… nell’uno di noi stessi…”

Cit. “Mytho meToo” Andrea Poggipollini (Artista e scultore contemporaneo che ho avuto la fortuna e il piacere di conoscere)🙏

“Quanto è bella la parola unione… deriva da unus: essere uno… Significa diventare un unico corpo, condividendo le nostre singolarità e nutrendo, attraverso l’altro, la nostra esistenza…”

Cit. M° Ezio Bosso (musicista definito “scultore della musica” che purtroppo non è più fisicamente tra noi ma resterà sempre nel nostro cuore)⭐